Come costituire un'associazione di volontariato

Per costituire un’associazione è indispensabile che un gruppo di persone decida di mettersi insieme per il perseguimento di uno scopo ideale (e non di natura economica).

Per costituire un’associazione è sufficiente un accordo orale fra tre o più persone, ma la costituzione orale preclude la possibilità di avvalersi delle agevolazioni stabilite dalla L. 266/91, la possibilità di rapportarsi con gli enti pubblici e in particolare la possibilità di fruire di finanziamenti pubblici attraverso la partecipazione a bandi o la stipula di convenzioni.

La costituzione “a voce”, però non impedisce di svolgere un’attività libera, spontanea e gratuita nei confronti di soggetti disagiati in forma associata e quindi di svolgere a tutti gli effetti attività di volontariato. Molti gruppi nascono informalmente attraverso il lavoro comune attorno ad uno scopo, un progetto, la rilevazione di un bisogno del territorio e decidono di formalizzare la loro costituzione soltanto in un secondo tempo, quando esiste già un nucleo consolidato di volontari ed attività attorno a questo scopo ideale.

Per costituirsi formalmente invece è necessario provvedere alla stesura dell’atto costitutivo e dello statuto, da registrare presso l’ufficio delle entrate: ai fini della L. 266/91 è sufficiente la scrittura privata registrata e non occorre andare dal notaio. 

Per stendere atto costitutivo e statuto è importante avere chiari quali scopi s’intendono perseguire, quali attività si vogliono svolgere, chi saranno i beneficiari di quest’attività, come si finanzierà l’associazione e che ruolo avranno i volontari.

Un confronto tra i soci fondatori su questi temi evita di costituire il soggetto “sbagliato” o comunque un ente non del tutto idoneo per il perseguimento degli scopi che ci si pone, poiché l’associazione di volontariato non è l’unico soggetto del non profit e non è una forma adatta per qualsiasi scopo ci si prefigga e per qualsiasi attività si voglia svolgere.

E’ utile per capire se l’associazione di volontariato è la forma adatta per conseguire gli scopi che ci si prefigge ricordare che in un’associazione di volontariato:

  • le attività devono essere svolte prevalentemente con l’apporto di volontari;
  • i volontari devono effettuare prestazioni personali, spontanee, gratuite;
  • le attività devono essere rivolte a favore dei terzi;
  • le prestazioni devono essere gratuite per chi ne beneficia;
  • i soci non possono essere remunerati in alcun modo, ad eccezione del rimborso delle spese effettivamente sostenute (e documentate);
  • l’associazione deve avere struttura democratica.

 

iN BREVE - Come si costituisce un’associazione
 

  • si deve essere almeno in tre (per ottenere l’iscrizione al registro del volontariato l’assemblea dovrà essere almeno il doppio più uno dell’organo esecutivo).
  • e’ importante avere chiaro:
    • gli scopi
    • le attività con cui perseguire questi scopi
    • i beneficiari delle attività
    • chi le fa
    • con quali fondi

Forma:

  •  orale
  • costituzione per iscritto (essenziale per iscrizione al registro del volontariato): documenti
    • atto costitutivo
    • statuto
    • eventualmente regolamento interno


Il CSV ha redatto una guida dal titolo “Costituire e gestire una associazione di volontariato – Guida agli adempimenti legali ed amministrativi delle organizzazioni di volontariato”, scaricabile cliccando qui

Per scaricare la modulistica necessaria per costituire un'associazione di volontariato clicca qui